Fantasia

Fantasia
La brama della scrittura arde come una fiamma in un cuor propenso. Vivì

Pages - Menu

sabato 1 agosto 2020

Zeus e gli dei dell’olimpo



Zeus, Giove per i romani, è il signore dell'Olimpo, dio del cielo, del fulmine e dei fenomeni atmosferici. I simboli che più lo rappresentano sono la folgore, lo scettro, la quercia, l'aquila e la bilancia.


Era, Giunone per i romani, è la moglie di Zeus e regina degli dei. È la protettrice della famiglia e del matrimonio, ma anche delle semplici unioni. I suoi simboli sono il pavone, la corona, il melograno e la leonessa.


Poseidone, Nettuno per i romani, è il dio del mare, delle sorgenti, dei cavalli e dei terremoti. I simboli che più lo rappresentano sono il tridente, il toro e il cavallo.


Demetra, Cerere per i romani, è la dea della fertilità, dell'agricoltura e delle piante. I suoi simboli sono il grano, la fiaccola, il papavero e il maiale. Dal suo nome deriva la parola cereale.


Dioniso, Bacco per i romani, è il dio del vino, della ebrezza, delle feste e della follia. I suoi maggiori simboli sono la vite, la coppa e l'edera.


Apollo, per i romani Apollo o Febo. Ereditato dalla leggenda greca è equiparato ad Helios, il dio della luce. È anche il dio delle arti, della musica, della profezia, della medicina. I simboli che più lo rappresentano sono il sole, la lira, e l’arco con le frecce.


Artemide, Diana per i romani. E la dea della caccia, della purezza, del tiro con l'arco e di tutti gli animali del bosco. I simboli principali sono la luna, il cervo e l'arco con le frecce.


Ermes, mercurio per i romani è il messaggero degli dei e dio del commercio, della parola e dei ladri. I suoi simboli principali sono il caduceo, bastone alato con due serpenti attorcigliati, i sandali e l’elmetto alati.


Atena, Minerva per i romani. E la dea vergine della saggezza, dell'ingegno, della guerra e della strategia. I suoi simboli sono l'egida, lo scudo invincibile attribuito a Zeus e ricoperto di pelli di capra, l'ulivo e la lancia appena forgiata.  Atena è anche la protettrice della città di Atene.


Ares, Marte per i romani. È il dio della guerra. Una divinità non molto ben vista e ben voluta a causa del carattere collerico e scontroso. Amava in modo particolare lo scatenarsi dei conflitti più cruenti e violenti. Marte è considerato anche protettore dei soldati e l’amante di Afrodite. I suoi simboli sono l'armatura, la lancia, la quadriga con i cavalli e la fiaccola.


Afrodite, Venere per i romani, è la dea della bellezza e dell'amore. Le leggende sulla sua nascita non sono concordi. In una si narra che era figlia di Zeus e di Dione, mentre in un'altra, molto più suggestiva, si narra che venne generata dalla schiuma del mare quando Crono vi gettò i genitali di Urano. I suoi simboli sono la colomba, il passero e il delfino.


Efesto, Vulcano per i romani, è il dio del fuoco e della lavorazione metallica. Ripudiato alla nascita dai genitori, Zeus ed Era, perché nato con una anomalia fisica. Quando fu adulto si vendicò di sua madre imprigionandola e solo dopo molte insistenze degli altri dei si convinse a liberarla, facendo poi ritorno nell'Olimpo. I suoi simboli sono il fuoco, il ferro, l'incudine e il martello.


Hestia, Vesta per i romani, è la dea del focolare domestico. Le Vestali, sacerdotesse rinchiuse nel tempio a lei dedicato, avevano il compito di custodire il fuoco sacro per impedirne lo spegnimento. La dea viene spesso raffigurata con una lunga stola e uno scettro tra le mani. 




Ricerca effettuata sul web
immagini Pinterest  

7 commenti:

  1. Sono stato un minutino buono a far gironzolare col mouse il draghetto che sostituisce il puntatore..e che crea stelline rosse blu che vagano per lo schermo... grazie per il passatempo.. a volte basta poco per sorridere...e in tanti, troppi, non lo comprendono.. lontanissimi da qualsiasi divinità... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco...grazie mille per la visita e sereno agosto.

      Elimina
  2. Bellissimo questo post, però manca Eros il dio dell'amore.
    Non c'è il corrispondente romano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania. Grazie per la domanda. Questa ricerca riguarda i dodici dei considerati più importanti e più vicino al trono dell'Olimpo ed Eros non faceva parte di questa dozzina. Forse era considerato un dio minore...comunque il corrispettivo romano era Amore anche detto Cupido. Spero di aver chiarito il tuo legittimo dubbio. Un abbraccio e un saluto.

      Elimina
  3. ❆*❄.¸¸.*✳*Que tal Vivi! Buona sera! Diosi ed eroi potenti, bellissima collezione. La destinazione degli uomini e nelle mani degli olimpici... quelli che devono onorare e temere... ma io temo solo Diana, e una guaritrice un po 'aggressiva e nel nostro regno fatato a volte si sente a suo agio. Sai, approfitta dei poteri ... XD
    Baci e abraccio fuerte, con il cuore ❆*❄.¸¸.*✳*

    RispondiElimina
  4. An interesting historical story of the Romans

    RispondiElimina
  5. Molto interessante l'elenco dei simboli che rappresenta questi dei.Finalmente ho capito perchè Apollo e Nettuno sono i miei preferiti.Grazie Vivì .Lu.


    RispondiElimina